Il sequel del classico arcade creato da DotEmu non offrirà solo divertimento multiplayer, ma porterà anche contenuti progettati per giocare da soli.

Dopo aver contribuito a far rivivere Streets of Rage in grande stile, la prossima tappa del francese DotEmu è fare lo stesso con Windjammers. L’originale, creato da Data East nel 1994, eccelleva nei giochi arcade trasformando un concetto simile a PONG in uno sport frenetico, in cui due giocatori si affrontavano e cercavano di segnare gol lanciando dischi con tutti i tipi di effetti e rimbalzi.

Modalità Arcade e ritorno di Steve Miller

Parte del suo fascino risiede nel suo multiplayer, tanto che Windjammers 2 ora va online e in questi giorni può essere testato su Steam grazie alla demo pubblicata dallo studio. La versione finale, che uscirà anche su Switch e Stadia, non ha ancora una data di uscita, anche se per alleviare l’attesa – o peggiorarla, a seconda di come la si guarda – DotEmu ha pubblicato un trailer con protagonista Steve Miller ( uno dei lanciatori originali) dove possiamo anche dare una prima occhiata al campionato arcade.

Come predice il nome, questa modalità è orientata a un giocatore, poiché in essa accediamo a diverse sfide contro la CPU da una mappa secondo la nuova estetica del disegno a mano che vanta il sequel. I test, inoltre, non si limiteranno alla vittoria, poiché il gioco ci ricompenserà anche per il raggiungimento di obiettivi più specifici, come utilizzare un certo tipo di lancio più volte in una partita, e ci svela anche almeno un minigioco, basato sulla rottura rapida di tutti i dischi lanciati da una macchina.

Scopri come assemblare un Sistema Operativo per il tuo bartop in modo facile ed economico!!

Non perderti tutte le novità sul mondo arcade e sul mondo gaming sulla nostra fanpage FacebookTwitterInstagram e Talentec, non ci segui ancora? Check-out 😉